RINOSINUSITE

RINITE NON ALLERGICA

  1. RINITE NON ALLERGICA CON EOSINOFILIA
  2. RINITE ATROFICA

RINOSINUSITE ACUTA E CRONICA

La rinosinusite rappresenta una infiammazione del naso e dei seni paranasali.
Sintomi:

  1. Ostruzione nasale, congestione nasale, oppure scolo nasale (anteriore o posteriore)
  2. Dolore o senso di pressione a livello facciale
  3. Iposmia o anosmia (alterata percezione degli odori)

CLASSIFICAZIONE DELLA RINOSINUSITE

  • Rinosinusite acuta: durata ≤ 4 settimane
  • Rinosinusite subacuta: durata tra 4-12 settimane
  • Rinosinusite cronica: ≥12 settimane
  • Rinosinusite acuta ricorrente: ≥4 episodi per anno della durata di 7-10 giorni, con completa risoluzione tra un episodio e l’altro
  • Esacerbazioni acute della rinosinusite cronica: peggioramento improvviso della rinosinusite cronica con ritorno allo stato iniziale dopo il trattamento medico

RINOSINUSITE ACUTA

Rinosinusite acuta virale

  • Raffreddore comune (rhinovirus, virus influenzale)
  • Sintomatologia inferiore ai 14 giorni ed autolimitazione dei sintomi

Rinosinusite acuta non virale

Sintomi in peggioramento dopo 5 giorni o persistenti dopo 10 giorni con due o più sintomi (ostruzione nasale, scolo secretivo nasale anteriore o posteriore, dolore/pressione facciale, iposmia/anosmia)

Rinosinusite acuta batterica

Agenti batterici più comuni: Haemophilus influenzae, Streptococcus pneumoniae, Moraxella catarrhalis

Sintomi principali:

  • Scolo purulento nasale
  • Dolore o pressione facciale
  • Ostruzione nasale
  • Sintomi secondari:
  • Anosmia, febbre, ovattamento auricolare, tosse e cefalea
  • Patofisiologia della rinosinusite acuta
  • Anomalie anatomiche predisponenti: deviazione settale e speroni settali, ipertrofia dei turbinati, concha bullosa del turbinato medio, cellule agger nasi prominenti, cellule di Haller, ecc.
  • Infezioni virali acute con edema persistente della mucosa nasale e ristagno secretivo

Altri fattori: tamponamento nasale, allergia, tumori naso-sinusali, infezioni dentali e traumi

RINOSINUSITE CRONICA

  • RINOSINUSITE CRONICA  CON POLIPOSI
  • RINOSINUSITE CRONICA SENZA POLIPOSI


Sintomi principali:

  • Scolo purulento nasale anteriore e posteriore
  • Ostruzione nasale
  • Dolore o pressione facciale
  • Iposmia o anosmia

Fattori associati alla rinosinusite cronica:

  • Anomalie anatomiche (deviazione settale e speroni settali, ipertrofia dei turbinati, concha bullosa del turbinato medio, cellule agger nasi prominenti, cellule di Haller, ecc.)
  • Ostruzione del complesso ostio-meatale
  • Blocco muco-ciliare
  • Asma
  • Infezioni batteriche
  • Infezioni fungine
  • Allergia
  • Biofilm
  • Superantigene stafilococcico
  • Sindrome ASA (poliposi naso sinusale, allergia all’acido acetilsalicilico e asma)
  • Vasculiti

RINOSINUSITE FUNGINA

  • Invasiva: acuta invasiva, invasiva cronica e cronica granulomatosa
  • Non invasiva: fungus ball, saprofitica fungina e AFS (sinusite allergica fungina)


 
FESS (CHIRURGIA ENDOSCOPICA FUNZIONALE DEI SENI PARANASALI)

La chirurgia endoscopica dei seni paranasali è eseguita nei pazienti affetti da patologia del distretto rinosinusale che non hanno ottenuto un completo beneficio dalla terapia medica.
Il fine è quello di ripristinare la normale funzione e ventilazione dei seni paranasali attraverso la rimozione chirurgica del tessuto flogistico.